IMT – In Margine al Teatro

Direttori:

Silvia Bigliazzi (Professore di Letteratura inglese,  Università di Verona

Gherardo Ugolini (Professore di Filologia classica,  Università di Verona

Team:

Guido Avezzù (già Professore Letteratura Greca, Università di Verona)

Marco Duranti (assegnista di ricerca, Università di Verona)

Federica Formiga, (professore associato di Archivistica, bibliografia e biblioteconomia, Università di Verona).

Felice Gambin  (professore di Letteratura spagnola, Università di Verona)

Emanuel Stelzer (RTDb di Letteratura inglese, Università di Verona)

Roberta Zanoni (borsista di ricerca, Università di Verona)

 

 

In margine al teatro: IMT

Note e appunti marginali ai testi teatrali nella prima modernità.

Con una certa frequenza gli esemplari protomoderni delle edizioni a stampa di testi drammatici antichi e rinascimentali sono corredati da appunti manoscritti; si tratti di annotazioni interpretative o traduttorie, o di proposte di correzione testuale, tutte rispecchiano un atteggiamento esegetico che si realizza in un’estrema sintesi: a volte connesse a un’attività didattica, esprimono sempre una riflessione personale, e non privilegiano un destinatario altro da chi le ha scritte. Altri appunti, parimenti privati, sono vergati in brogliacci che comunque presuppongono un testo al quale si riferiscono e si direbbero vergati avendone a fianco una determinata edizione. Gli uni e gli altri si collocano all’incrocio fra le individuali competenze ermeneutiche della parola e un patrimonio di erudizione che sollecita spiegazioni, correzioni, (ri)contestualizzazioni. Altri appunti, per finire, sono stampati in margine alle edizioni: solo in qualche caso risalgono all’autore del testo, ma rappresentano comunque il nucleo embrionale – talvolta esclamativo o cautelativo – di un commento, rivolto esplicitamente o implicitamente a una determinata tipologia di destinatario: “lector intende!”; diversamente dalla nota a piè di pagina mirano a realizzare un contatto diretto, anche etico, col destinatario, più che a fornire le nozioni idonee a una corretta comprensione.

Tutte queste annotazioni contemplano un’ulteriore intersezione, quella fra l’attività erudita e la pratica del teatro nei diversi contesti culturali, che fornisce una chiave supplementare di decodifica del testo scritto.

Con riferimento agli autori antichi e rinascimentali, il progetto prevede la realizzazione di archivi digitali e pubblicazioni scientifiche, inclusi:

(A) inventari:

  1. degli autori di marginalia manoscritti,
  2. degli autori e/o editori/stampatori di quelli a stampa,
  3. degli autori/testi ai quali i marginalia sono applicati,
  4. degli esemplari a stampa vettori di marginalia manoscritti,
  5. dei brogliacci di annotazioni che si riferiscano a una o più edizioni a stampa identificabili, e dei rispettivi autori.

(B) edizioni dei marginalia, nella totalità o per sondaggi motivati che possano provare o almeno suggerirne l’autore ed eventualmente riconoscerne, qualora vi siano stati, gli sviluppi critici.

Selezione bibliografica

Bourne, Claire M. L. 2020. Typographies of Performance in Early Modern England. Oxford: Oxford University Press.

Brayman Hackel, Heidi. 2005. Reading Material in Early Modern England: Print, Gender, and Literacy. Cambridge: Cambridge University Press.

Estill, Laura. 2016. “Encoding the Edge: Manuscript Marginalia and the TEI”. Digital Literary Studies 1 (1).  https://journals.psu.edu/dls/article/view/59715/59912 (Accessed 28 September 2021).

Goodwin, Mia. 2020. “Locating Digitised Marginalia”. In Marginal Notes: Social Reading and the Literal Margins, edited by Patrick Spedding and Paul Tankard. 261-78. Cham: Palgrave Macmillan.

Grafton, Anthony. 2021. “The Margin as Canvas: A Forgotten Function of the Early Printed Page”. In Impagination: Layout and Materiality of Writing and Publication: Interdisciplinary Approaches from East and West, edited by Ku-ming (Kevin) Chang, Anthony Grafton and Glenn Warren Most, 185-208. Berlin and Boston: De Gruyter.

— 2011. Humanists with Inky Fingers: The Culture of Correction in Renaissance Europe. Firenze: Olschki.

Greetham, D. C. ed. 1997. The Margins of the Text. Ann Arbor: The University of Michigan Press.

Hunter, G. K. 1951. “The Marking of Sententiae in Elizabethan Printed Plays, Poems, and Romances”. The Library 6 (3/4): 171-88.

Lesser, Zachary and Peter Stallybrass. 2008. “The First Literary Hamlet and the Commonplacing of Professional Plays”. Shakespeare Quarterly 59(4): 371-420.

Letrouit, Jean. 2019. “La prise de notes de cours sur support imprimé dans les collèges parisiens au XVIe siècle”, Revue de la Bibliothèque nationale de France 2 : 47-56

Maguire, Laurie. 2020. The Rhetoric of the Page. Oxford: Oxford University Press.

Orgel, Stephen. 2005. The Reader in the Book: A Study of Spaces and Traces. Oxford: Oxford University Press.

Sherman, William H. 2008. Used Books: Marking Readers in Renaissance England. Philadelphia: University of Pennsylvania Press.

— 2002. “What Did Renaissance Readers Write in Their Books?”. In Books and Readers in Early Modern England: Material Studies, edited by Jennifer Andersen and Elizabeth Sauer, 119-137. Philadelphia: University of Pennsylvania Press.

Slights, William E. 2001. Managing Readers: Printed Marginalia in English Renaissance Books. Ann Harbor: The University of Michigan Press. 

Tribble, Evelyn. 1993. Margins and Marginality: The Printed Page in Early Modern England. Charlottesville: University Press of Virginia.