Il Progetto SaM: Romeo e Giulietta

Questa prima edizione si focalizzerà su Romeo e Giulietta e il Mediterraneo concentrandosi sulle seguenti aree di studio:

(a) ridefinizione del concetto di ‘fonte’ all’interno di processi di trasmissione e trasformazione di materiali narrativi, tematici, drammaturgici, epistemici, e culturali in senso lato. Questa parte del corso esaminerà le varie fasi di ricezione e reinterpretazione delle ‘fonti’ mediterranee di Romeo e Giulietta attraverso processi di mis/lettura, traduzione, adattamento, selezione ecc. Le fonti saranno considerate come dei campi di significazione discorsiva e/o visiva caratterizzati da meccanismi più o meno consapevoli di selezione, interpretazione e memorizzazione;

(b) presentazione di fonti dirette e indirette italiane, miti e archetipi antichi, oltre a storie di origine mediterranea;

(c) il concetto di fonte ‘come performance’ e in relazione agli studi sulla ricezione;

(d) lo studio comparativo/contrastive di interpretazione di Romeo e Giulietta a teatro e al cinema con uno sguardo alla dimensione ‘globale’ del teatro shakespeariano;

(e) attività di ricerca attraverso la pratica performativa (PAR: practice-as-research).

Più precisamente, le lezioni si concentreranno:

(1) sulla dimensione veronese e mediterranea di Romeo e Giulietta a partire dalla discussione di archetipi antichi e delle novelle italiane e dalla loro circolazione in Europa prima di giungere, in traduzione inglese, a Shakespeare;

(2) sulle varianti del dramma shakespeariano nei due in quarto detti ‘cattivo’ (1597) e ‘buono’ (1599);

(3) sulla ricezione e reinterpretazione di questo dramma nella cultura mediterranea oggi in chiave intermediale, con particolare attenzione al cinema e ai nuovi media;

(4) sull’apporto delle digital humanities relativamente ai punti 1-3 sopra;

(5) sulla performabilità del testo a teatro con sperimentazioni sul multilinguismo e su varie tradizioni performative (tra cui la Commedia dell’Arte) integrate con metodologia Laban.

Inoltre la Summer School valorizzerà il patrimonio shakespeariano della città introducendo gli studenti alla storia della ‘Casa di Giulietta’ nel quadro del patrimonio shakespeariano della città e del suo potenziale culturale.